homillemodiperdirerischiamo:

Van Gogh, una lama e si taglia l’orecchio, 

io ti sento parlare, sto per fare lo stesso.

Torna Winston.

Come si fa ad essere così sfigate? Ti prego torna, mi sei rimasto solo tu. Non mi abbandonare …

Ma la sapete una cosa? E’ colpa mia. Sono io che divento triste all’improvviso, sono io che immagino le cose sbagliate e provo le cose sbagliate e dico le cose sbagliate e poi ci rimango di merda. Sono io, è colpa mia. Colpa mia. Colpa mia se sto così, se mi sento uno schifo. Solo colpa mia.

(Fonte: comecartavelina)