Personalmente ancora devo mettere un dito nell’acqua, non ho ancora abusivamente occupato un ombrellone a causa della sabbia bollente e non ho manco bevuto la granita alle mandorle. E va bene così. Però se ogni dannatissimo giorno mi devo subire link di merda, del tipo: “Carcasse di topi trovati a riva, cadavere di una donna trovato in acqua, meduse impazzite, balene spiaggiate etc etc…” non va bene. Continuate a fotografarvi i piedi, le gambe o gli ombrelloni. Mi state facendo schifare l’estate. Quanto a me, al massimo pozz murì e cavr, più di questo per adesso non si può.

Sono un errore. Un rifiuto umano. Una disgrazia. Una maledizione. Una perdita di tempo. Una testa di cazzo. Una portatrice di guai.